Serie C: Il Vicenza cade a Modena, sconfitta amara che lascia spazio a qualche rammarico

Come all’andata, la partita si decide negli ultimi minuti, con la differenza che stavolta sono gli emiliani ad esultare al fischio finale.
Partita combattuta ed emozionante, ma non certamente bellissima, condizionata da alcune decisioni arbitrali discutibili, spesso a sfavore della compagine veneta.
Il Penta Modena raggiunge al terzo posto la squadra di Dal Bosco, ancora avanti per differenza reti, grazie alla rete di Simioni allo scadere del match di andata.
Ottima difesa da parte del Vicenza, grazie ad una superba organizzazione difensiva e ad un Mazzeo (nella foto) in forma smagliante. Meno brillante in attacco, dove però pesava l’assenza di Calcara, e la giornata-no dei tiratori vicentini.
Dopo una fase di studio, sono i padroni di casa a passare in vantaggio con Gandolfi (tripletta per lui, migliore in campo), ma Rudi Marotta dal centro e Simioni in contropiede, portano avanti gli ospiti a fine tempo.
Rientro veemente degli emiliani, che si riportano avanti 3-2, prima che Frazza, con una stupenda ‘sciarpa’ dal centro, rimetta tutto in parità al cambio campo.
Terzo tempo in cui il Modena si riporta avanti di uno, e comincia a salire in cattedra l’arbitro Bertarini, che manda anzitempo sotto la doccia Orlandini per proteste.
Ultima frazione che si apre con il pareggio in contropiede di Nardelli, abile a chiudere il tiro sul secondo palo.
Poi fa tutto Frazza, segna un gran gol dal centro, prende un colpo al volto non ravvisato dall’arbitro,  ed infine viene espulso per aver esagerato nella reazione, esclusivamente verbale,  al colpo subito.
Pareggio immediato dei padroni di casa che ringraziano la dea bendata, che grazie ad una casuale  deviazione al centro dell’area, trasforma in gol un innocuo tiro all’incrocio.
Gandolfi riporta avanti i suoi, e anche lui come Frazza, esagera nella reazione, ma viene graziato dall’arbitro che addirittura ammonisce Rudi Marotta nel parapiglia.
Finale convulso, con decisioni arbitrali molto discutibili,  e con l’espulsione di Scotti Galletta per un non ben identificato motivo a 20 secondi dalla fine.
Al di là della direzione di gara inadeguata, le due squadre hanno dato vita ad un match combattutissimo tra le due migliori terze, che dimostra il buon lavoro fatto da entrambi i tecnici.
Ora il Nuoto Vicenza dovrà ritrovare la vittoria sabato prossimo, nell’insidioso derby in trasferta con il Verona, per difendere la terza posizione dagli attacchi del Modena e della RN Bologna.

Author: Armando Merluzzi

Presidente di Nuoto Vicenza Libertas Asd

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.