Record al 9° Trofeo Master Nuoto Vicenza

Vicenza Brilla tra Record e altissima partecipazione nella nona edizione del suo Trofeo Master!

Record Europeo per Marzena Kulis nei 400 misti e nella 4×100 stile della Master Brescia, seguiti da quattro Record Italiani

Hanno brillato di grande splendore le luci della piscina Comunale di Vicenza nello scorso fine settimana e non solo per i numerosi fari accesi sulla vasca, ma anche per le numerose prestazioni eccellenti regalate nelle gare disputate dai tanti atleti ai blocchi di partenza del 9° Trofeo Master Nuoto Vicenza.

La manifestazione ottimamente organizzata dalla Società Nuoto Vicenza Libertas sotto la guida di Armando Merluzzi disputata in vasca corta, ha infatti registrato 1084 atleti ai blocchi di partenza (1169 iscritti) in rappresentanza di 74 compagini che hanno dato vita a 2040 gare, dalle quali sono emersi un Record Mondiale, due Europei e sei italiani, seppure il mondiale, uno degli europei e uno degli italiano non era omologabile a causa del neo passaggio di categoria degli atleti che lo hanno realizzato.

15032928_1027968453997676_519570534244489299_n

Il riscontro ufficialmente omologabile più importante è stato quello siglato da Marzena Kulis (nella foto con l’organizzatore Armando Merluzzi) della Nuoto Club Firenze che nei 400 misti ha nuotato in 5’24”45 e 1023.39 punti abbattendo il Record Europeo detenuto dalla svedese Anette Philipsson con 5’34”04 del 2015 e l’italiano di Claudia Radice con 5’43”10 della scorsa stagione.

«Sono contenta del risultato, non mi aspettavo tanto – ha dichiarato la Kulis che si è distinta anche nei 200 misti con 2’34”70 e 992.37 punti – Anche i passaggi sono stati buoni, tranne il dorso dove dovrei limare qualcosa e nel cambio da rana a stile, dove il primo 50 ho sofferto un po’. Però la sensazione è stata molto buona considerando che non facevo un 400 misti da qualche anno. Gli ultimi due mesi di allenamenti erano finalizzati proprio per questa gara, ma c’è ancora da lavorare in questa stagione.»

4x100-stile-record-europeoDi Record Europeo omologabile ne è arrivato uno anche dallo stellare quartetto della Master AICS Brescia che nella 4×100 stile libero ha infranto il primato M200-239 segnando 3’45”69 con il quale hanno cancellato i britannici della Trafford Metro Manchester con 3’52”49 del 2014. Massimiliano Gialdi (54”20), RobertoBrunori(56”96), Riccardo Tarricone (58”81) e Marco Colombo (55”72) hanno inoltre cancellato il recorditaliano detenuto dal Circolo Canottieri Aniene con 3’51”14 sempre del 2014.

«Sapevamo di valere il tempo ma non siamo arrivati al top della forma e per questo ci riproveremo con l’anno nuovo per  avvicinare o abbattere il record mondiale – ha dichiarato Gialdi a fine gara – Per me è un buon tempo visto il periodo, ma posso e devo far meglio, così come anche i miei compagni di avventura che hanno avuto delle piccole sbavature che provvederemo a limare. Comunque siamo molto felici, è sempre un record europeo.»

Le migliori prestazioni del meeting sono state messe a segno da Monica Corò della Stilelibero con 1’18”14 e 1071.54 punti nei 100 rana, che se rifatto a partire da gennaio sarà il nuovo recordmondiale M55 e Marco Alessandro Bravi, M60 della Amici Del Nuoto Firenze con 9’39”21 e 1023.58 punti negli 800 stile libero.

Numeri e risultati importanti dunque per questo appuntamento che inoltre era valido anche come seconda tappa del Circuito Regionale Grand Prix Veneto Master organizzato da FIN Veneto, in cui le prestazioni tabellari over 900 punti sono state tantissime.

Oltre ai primati già messi alla cronaca, sono stati realizzati anche tre Record Italiani, uno dei quali ad opera di con Roberta Ioppi, M30 del Centro Sportivo Hof che ha segnato 9’17”69 e 980.44 punti registrati negli 800 stile libero, con il quale ha migliorato il precedente da lei stessa detenuto con 9’23”96 fatto la scorsa stagione proprio a Vicenza, dopo aver nuotato i 200 dorso in 2’18”02 e 1007.25 punti.

Il bellissimo confronto rosa a tre nei 50 farfalla ha visto Franca Bosisio, M45 del Team Trezzo Sport spuntarla sulla velocità con 30”77 e 955.15 punti, seguita dai migliori tabellari di Ilaria Tocchini, M50 della Nuoto Club Firenze con 31”03 e 980.99 punti e Monica Corò con 32”97 e 971.79 puntiche rifatto da gennaio sarà record italiano M55.

Record Italiano ufficiale invece e primo della storia a rientrare nella nuova normativa Master in merito ai neo categoria, quello arrivato dal bellissimo testa a testa degli 800 stile liberouomini che a Nicola Nisato, M35 della Nuotatori Veneziani con 8’21”37 e 1015.04 punti, hanno alternato l’estro di Yuri Gotti della Master AICS Brescia che ha fermato il crono a 8’21”92 e 1013.93 punti che come da regolamento di quest’anno, vale come Record Italiano M30 essendo l’atleta ancora 30enne ed effettivo M35 solo dal 1° gennaio 2017, con il quale ha depennato Igor Piovesan ed il suo 8’28”60 del 2008.


«Quest’anno ho avuto un po’ di problemi e non mi aspettavo questo tempo –
ha dichiarato Gotti a fine gara – L’obiettivo era battere il record italiano M30 dato che dal prossimo gennaio sarò un M35 e 8’21”è stato un crono molto buono. Insieme a Nisato sono passato forte però e forse si può fare anche meno! Sicuramente grazie al rapporto con Alberto Montini, coach e amico, posso solo migliorare.»

C’è stato spazio anche per le staffette che hanno regalato spettacolo a più riprese con il testa a testa bellissimo nella 4×100 misti della Gymnasium Spilimbergo, M120 – 159 con 3’55”91 sulla Master AICSBrescia con 3’56”26 ed il Record Italiano siglato dalla 4×50 misti della Nuoto Club Firenze, M160 – 199 con 2’05”25 e 1013.25 punti registrato da Silvia Rachela (32”40), Marzena Kulis(34”54), Ilaria Tocchini (30”46) e Giulia Fucini (27”85) che hanno cancellato la Waterpolo Palermo con 2’06”56 del 2009.

 

Tra gli atleti che hanno meglio figurato a Vicenza, troviamo inoltre Maurizio Tersar , M40 della Master AICS Brescia con 2’08”23 e 994.23 punti nei 200 dorso e 59”08 e 974.44 punti nei 100 dorso, Raffaele Lococciolo, M40 della Nuoto Club Firenze con 2’13”68 e 982.79 punti e Lorenzo Giovannini, M30 della Nuoto Club Firenze con 2’12”50 e 921.13 punti nei 200 dorso, Roberto Brunori, M50 della Master AICS Brescia con 9’26”72 e 955.60 punti negli 800 stile e 4’29”33 e 958.94 punti nei 400 stile, Andrea Maniero, M30 della Master AICS Brescia con 4’42”05 e 947.31 punti nei 400 misti e 2’11”52 e 929.59 punti nei 200misti, Sara Papini, M30 della Firenze Nuota Master con 2’22”85 e 991.88 punti e ancora Franca Bosisio con 2’36”57 e 949.93 punti nei 200 farfalla, Rudy Lazzaro, M30 della Riviera Nuoto con 58”76 e 920.86 punti e Florentina Ciocilteu, M40 della Master AICS Brescia con 1’11”91 e 902.10 punti nei 100 farfalla,MonicaVaccari, M55 della Padovanuoto con 1’16”81 e 970.45 punti nei 100 misti e 30”46 e 947.80 punti nei 50stile libero che sarebbero record italiani da gennaio, Simone Drusian, M30 della A.R.C.A. con 59”81 e 926.43 punti nei 100 dorso e Riccardo Tarricone, M50 della Master AICS Brescia con 26”71 e 921.75 punti nei 50stile libero, nei quali il più veloce è stato Mattia Lincetto, M25 del Gabbiano con 24”63 e 903.37 punti.

Un capitolo a parte meritano i 100 stile libero che tra i numerosi riscontri cronometri di alto livello, hanno visto spiccare Gianluca Ermeti, M35 della Master AICS Brescia con 52”34 e 972.87 punti, distintosi anche nei 200 stile con 1’56”87 e 968.26 punti, Alexander Placheta, M50 della Est SCR Innsbruck con 55”73 e978.47 punti e Giulia Fucini, M30 della Nuoto Club Firenze con 1’01”30 e 921.70 punti, distintasi poi anche nei 50 stile libero con 27”89 e 923.99 punti, specialità in cui figura tra i migliori anche la sua compagna di squadra M40 Silvia Rachela con 28”16 e 948.15 punti.

Da segnalare a parte anche i 50 rana che hanno visto tra i protagonisti principali Fabio Pianca Spinadin, M45 della Nottoli Nuoto con 30”29 e 979.20 punti, Mirko Cecchin, M30 della Gymnasium Spilimbergo con 29”28e 953.21 punti e Andrea Florit, M55 della Padovanuoto con 34”59 e 920.50 punti, così come la doppia prestazione di Marco Colombo, M55 della Master AICS Brescia con 1’04”16 e 999.69 punti nei 100 misti, a 18 centesimi dal record europeo, e 29”53 e 993.57 punti nei 50 dorso, in cui si è distinta anche la compagna di squadra RominaDegrassi, M40, con 33”06 e 920.45 punti.
La manifestazione è stata vinta dalla Acquaviva 2001 con 87.169,72 punti, seguita sul podio da 2001 Padova con 60.986,61 punti e Riviera Nuoto con 52.981,84 punti.

©swim4lifemagazine.it

Author: Giorgio

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.