Vulcaniche imprese per Enrico Giacomin e Sabrina Previtera Peron

12087870_10205034138683638_2153293066714944301_o

Tenteranno la Vulcano Milazzo di 23 km.

Si terrà venerdì 23 settembre, condizioni meteo ovviamente permettendo, la Traversata individuale a nuoto dall’isola di Vulcano a Milazzo effettuata dall’atleta paraolimpico Enrico Giacomin e dall’atleta bassanese Sabrina Previtera Peron. Sarà la prima volta che un atleta disabile effettua la traversata dalle Eolie a Milazzo. La partenza è prevista per venerdi 23 settembre alle 7 dall’isola di Vulcano da località Punta Bandiera, l’arrivo, tra le 15 e le 17 della stessa giornata, a Capo Milazzo. La lunghezza del percorso è di circa 23 Km.

Venerdì 23 vai alla pagina http://finp.arka.tech/ per seguire in diretta la posizione di Sabrina e di Enrico durante l’attraversata.

13627239_10210009604217543_7885007036024867560_n

Sabrina Peron, compagna d’attraversata.

L’evento, promosso dall’Asd Nuoto Vicenza Libertas in collaborazione con l’Asd Nuoto Milazzo “Carmelo Nicosia” e il patrocinio del Comune di Milazzo è stato presentato in sala giunta della cittadina siciliana alla presenza del sindaco Giovanni Formica, l’assessore ai servizi sociali, Giovanni Di Bella, il presidente del Nuoto Vicenza Armando Merluzzi, il delegato regionale della Finp Sicilia, Antonino Gambino e Cristina Faranda della Nuoto Milazzo e Movimento sportivi, che hanno fornito che ha fornito un prezioso aiuto in questa fase organizzativa.

La Vulcano-Milazzo in solitaria è una classica del nuoto gran fondo. Per la prima volta è stata portata a compimento dal reggino Michele Rossetti nel 1975 col tempo di 7h. 30’48”. Cinque sono le traversate completate da nuotatori che hanno affrontato il percorso senza l’ausilio di pinne. Il record appartiene al campione milazzese Pippo Nicosia che nel 1986 stabilì il primato di 5h.27’07”. Nel 2012 la traversata è stata effettuata anche dalla milazzese Cristina Faranda.

I due atleti hanno spiegato le ragioni di questa sfida. “Per me si tratta di un appuntamento molto importante – ha detto Giacomin – che ha già attraversato lo stretto di Gibilterra – un modo per misurarmi su una distanza notevole, mai effettuata prima. Non sarà facile ne sono consapevole ma confido di riuscire in quella che sarebbe comunque un’impresa. L’idea di affrontare la traversata è nata durante una delle numerose chiacchierate sul nuoto che ebbi con Sabrina Peron e ora si sta trasformando in realtà. La traversata, lo ribadisco, è certamente difficile, ma la passione e la voglia di mettersi alla prova prevalgono”.

Conferenza stampa a Milazzo, da sx: Sabrina Peron, armando Merluzzi, Enrico Giamin, assessore Di Bella, Antonino FGambino, Cristina Faranda.

Conferenza stampa a Milazzo, da sx: Sabrina Peron, Armando Merluzzi, Enrico Giacomin, l’assessore Giovanni Di Bella, Antonino Gambino e Cristina Faranda.

Nel corso del tentativo la rotta sarà indicata da Natale Morabito e Carmelo Taranto, grandi conoscitori delle acque di Milazzo e delle isole Eolie. L’importanza dell’evento è stata sottolineata da Gambino. “Le traversate hanno importanti implicazioni sociali perché permettono di far conoscere il movimento del Nuoto Paraolimpico, promuovendo lo sport in genere. Non mi stancherò mai di sottolineare i vantaggi, anche in termini economici, che una persona disabile ottiene dalla pratica. Le istituzioni dovrebbero investire più risorse; risorse che in brevissimo tempo si trasformeranno in concreti risparmi sulla spesa sanitaria”. 

“Parto per tentare una nuova traversata, da Vulcano a Milazzo – ha scritto Enrico della sua pagina Facebook “Tra il dire e il fare, attraverso il mare”, poco prima della partenza –  Il timore di non portarla a termine è alto. Le previsioni meteo non confortanti, il problema alla spalla che sembra superato (lo sarà veramente?) e la distanza importante (23km) non mi rendono confidente. Tuttavia proviamoci. Voglio ringraziare tutti coloro che hanno questo tentativo possibile e prima di tutti: Cristina Faranda, anima organizzatrice; Armando Merluzzi, che dovrà farsi tutti questi km in barca con il mare mosso;  tutto il Nuoto Vicenza e in particolare il coach Federico Benda; le Piscine di Vicenza; Ninni Gambino, amico e delegato regionale delle  FINP e tutta la Federazione Italiana Nuoto Paralimpico, che sopporta, e supporta, questo “ex” atleta; Marina Milan a cui andranno i miei pensieri ad ogni rifornimento; Fabio Avanzati, giuro che non credevo che riuscisse a farmi passare il male alla spalla; Umberto Munich e Annarosa Zamboni  per il materiale tecnico; Paranà Viaggi di Vicenza. Fateci un grosso in bocca al lupo e pregate con noi affinché il mare sia piatto – Armando (Merluzzi) ve ne sarà grato”

14355622_665548030267257_6791917288685994073_n

Locandina dell’Evento. In un primo momento la traversata era prevista per martedi 20 poi, per le avverse condizioni meteo, è stato spostato a venerdi 23.

Venerdì 23 vai alla pagina http://finp.arka.tech/ per seguire in diretta la posizione di Sabrina e di Enrico durante l’attraversata.

Author: Vito Moro

Share This Post On

1 Comment

  1. Modestamente…trattasi di mia cugina! Forza Sabrinaaaa!

    Post a Reply

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *